Con TUTTOFOOD, i mercati mondiali sono più a portata di Pmi

Non solo il più importante marketplace internazionale dell’agroalimentare in Italia. Ma sempre più un partner e consulente a tutto campo delle imprese nei processi di internazionalizzazione e nell’analisi e sviluppo di nuovi mercati, nicchie e segmenti. È il percorso che da alcune edizioni ha intrapreso TUTTOFOOD e che oggi si concretizza in una nuova collaborazione con StudiaBo, Ufficio studi per nuove imprese che cura il Sistema Informativo Ulisse.

Di cosa si tratta? Ulisse offre, attraverso un portale di facile accesso e utilizzo, un sistema di analisi sulle vendite all’estero di oltre 3.000 prodotti e 400 commodity per gli approvvigionatori, e un sistema di reportistica che mette a disposizione più di 125.000 rapporti sulle vendite all’estero e oltre 500 per gli approvvigionatori, tutti rappresentati con infografiche intuitive. Riguardo al comparto agroalimentare, Ulisse mette a disposizione informazioni sulle opportunità di oltre 300 prodotti in 150 Paesi.

TUTTOFOOD supporterà le imprese dell’agroalimentare, in particolare le Pmi – sia quelle italiane che intendono sviluppare l’export, sia quelle estere che vogliono entrare nel mercato italiano –  non solo con un più ampio e semplice accesso a informazioni affidabili sui mercati, ma anche aiutandole ad analizzarli e valorizzarli per prendere decisioni di business ottimali e a gestire cicli di pianificazione e controllo nel percorso di internazionalizzazione per massimizzare i risultati.

Un esempio? Secondo i dati del portale Ulisse, nel 2017 il mercato mondiale della  pasta di grano duro raggiungerà un valore pari a 3,4 miliardi di euro e, per il triennio 2018-20, è prevista un’ulteriore crescita del 3,8%. A novembre 2017, maggiore importatore mondiale risultano gli Stati Uniti, con oltre 450 milioni di euro, seguiti dalla Germania con più di 300 milioni e dalla Francia con circa 250. È italiana quasi la metà in valore (215 milioni di euro) della pasta importata dagli USA, che sono però al secondo posto tra i nostri principali mercati dopo la Germania (253 milioni), mentre al terzo posto c’è la Francia (179 milioni). Anche in questo comparto così importante per Made in Italy, TUTTOFOOD può assistere le aziende con la sua consulenza, aiutandole a valorizzare anche gli approfondimenti Paese per Paese messi a disposizione dal portale Ulisse.

Con questa iniziativa TUTTOFOOD si pone quindi sempre più al fianco delle Pmi di eccellenza che rappresentano il meglio dell’agroalimentare in Italia e all’estero, aiutandole a superare le barriere dimensionali per accedere a risorse e strumenti solitamente a disposizione solo delle aziende più grandi.