Piccoli grandi protagonisti d’eccellenza

Muovono il 51% delle merci importate tra i Paesi dell’Unione europea ed il 45% di quelle esportate, secondo dati Eurostat. In Italia, in particolare, nel 2015 hanno rappresentato il 54,40% dell’export e il 58,60% dell’import. Sono le piccole e medie imprese, con meno di 250 dipendenti, che sono anche e soprattutto il cuore dell’agroalimentare italiano. Aziende per le quali TUTTOFOOD rappresenta un’opportunità unica di valorizzare a risorse e contatti ai quali più difficilmente avrebbero accesso in modo diretto. Ecco perché la presenza in manifestazione di Pmi agroalimentari è in costante crescita e nell’edizione 2019, a fieramilano dal 6 al 9 maggio, si annuncia ancora più significativa.

Un quadro dove c’è spazio anche per nuovi brand che puntano sul binomio qualità e design. “Lovoil è un nuovo brand propone al mercato italiano e internazionale un olio di altissima qualità, senza compromessi – afferma Tommaso Damato, titolare di PurApulia –. Solo extra vergine pugliese al 100%, da agricoltura biologica e da cultivar selezionate. Un prodotto di eccellenza imbottigliato in un pack esclusivo, che ben comunica l'alta qualità”.

Trend colto anche da L’Artigiana del Fungo, come spiega il titolare Alessandro Rossi: Accanto alle conserve artigianali lavorate a mano si affiancano quelli gli ‘arredo-alimentari’: vasi, scacchiere e altri packaging particolari che all’ utilizzo alimentare aggiungono anche quello decorativo e che trovano particolare riscontro sui mercati del Nord Europa”.

Innovazione e tradizione si mixano anche nel comparto delle carni che, grazie alla specializzazione qualitativa, sta rispondendo in maniera efficace alla moderazione dei consumi. “Vantiamo un’esperienza ormai trentennale nella produzione gastronomica di carni bianche e rosse e il prodotto di punta è la Galantina di Pollo, piatto tipico delle Marche – commenta Virginia Bacalini, Responsabile Customer Service di Orma Group –. Tra i nuovi prodotti, vero must è il Tacchino in Porchetta con erbe aromatiche, molto richiesto anche all’estero e in particolare in Medio Oriete in quanto rispetta la Certificazione Halal”.

L’innovazione coinvolge anche il comparto del dolce, dove il Made in Italy negli ultimi anni è molto cresciuto nell’apprezzamento internazionale: “Da una riflessione sui sentimenti è nato il tartufo Miele e Zenzero, che rappresenta la sinergia tra i contrastanti sentimenti umani. Cacao, nocciole e cioccolato celano l’incontro tra il calore del miele e il pizzicore dello zenzero. Una novità di Natale accolta positivamente sia in Italia sia all’estero”, sottolinea Valentina Arzilli de La Perla di Torino.

La territorialità rimane comunque il punto forte e grande appeal nel mondo della produzione italiana: “Da un’antica vocazione di famiglia, Caseificio Cordisco è custode fin dai primi del ‘900 della tradizione pugliese e produce due DOP, il Canestrato Pugliese e il Caciocavallo Silano, che si rivolgono a un consumatore particolarmente attento ed esigente raggiunto oggi attraverso le strutture della grande distribuzione”, dichiara Antonio Cordisco.

Che il territorio rimanga uno dei fattori più apprezzati all’estero – ma anche qui con un tocco di design – lo conferma anche Francesco D’Orazio, - General Manager di terza generazione dell’omonimo frantoio: “Il nostro olio extravergine è prodotto da olive del territorio di Conversano, nel sud est barese. Le varietà Olivastro, Simone, Cima di Mola, Leccino, Coratina, Cima di Melfi, si esaltano in un blend mandorlato custodito in bottiglie dal design unico”.

Parlando di estero, evidenzia Antonio Cirillo de La Bella Contadina: “Il contesto in cui ci muoviamo è molto competitivo, ci presenta giorno dopo giorno nuove sfide. È una forte emozione sapere che anche grazie a noi consumatori di tutto il mondo conoscono e apprezzando i prodotti della tradizione pugliese, come olive, carciofi e funghi ma anche specialità gastronomiche come peperoncini ripieni o bocconcini di pomodoro”.

Opportunità internazionali a tutto campo e per tutti i segmenti, dunque, che TUTTOFOOD supporterà anche con una serie di iniziative specificamente dedicate alle Pmi.