Riduzione agli sprechi e attenzione per l’ambiente

Fiera Milano, Rho
22-26.10.2021

Next Gen

Riduzione agli sprechi e attenzione per l’ambiente

La carne e il pesce preparati in laboratorio potrebbero essere una tendenza, ma i prezzi dovranno essere accessibili. Nel futuro del food, Helle, giornalista metà norvegese e metà danese, vede soprattutto cibo sano e funzionale.

Helle Øder Valebrokk

Helle Oeder Valebrokk, metà norvegese e metà danese, vive ad Oslo. Helle è un giornalista di cibo nella rivista di viaggi norvegese Vagabond e scrive per le due più grandi riviste culinarie in Norvegia: VG (Godt) e Mat fra Norge.

Chi è e cosa fa

1. Che cosa rappresenta per te il cibo?

 

Il cibo è cultura. Il cibo è piacere. Il cibo per me è socialità.

 

 

2.  Quali prodotti consumi di più?

 

Adoro il formaggio!

 

Le fragole norvegesi durante l'estate. Ribes nero e lamponi, prugne e mele in autunno.

 

Mangio molta selvaggina durante la stagione della caccia e pesce durante l'inverno quando il mare è freddo. Adoro il granchio norvegese, le capesante e gli scampi. Sono i migliori al mondo.

 

 

3.  Quali sono i valori che prendi in considerazione quando scegli un prodotto?

 

Preferisco la qualità alla quantità e ho un debole per il benessere degli animali; per questo scelgo produttori che trattano bene i loro animali.

 

Mi piace anche acquistare i prodotti locali e stagionali.

 

 

4.  Secondo te quali saranno i trend rilevanti in futuro per il settore food?

 

Cerco di acquistare i prodotti di stagione. Penso che saranno rilevanti i trend come l’attenzione al benessere di animali, la riduzione degli sprechi alimentari, l’introduzione di verdure e legumi nella dieta riducendo il consumo di carne.

 

Prendiamo esempio dal Medio Oriente e dalla dieta dell'Europa meridionale e orientale.

 

 

5.  Cita un cibo innovativo che secondo te avrà successo

 

La carne e il pesce preparati in laboratorio potrebbero essere una tendenza se il prezzo è adeguato.

 

Cibo funzionale e sano.

 

 

6.  Secondo te ci sono abitudini di consumo differenti tra giovani e adulti?

 

Assolutamente sì. Io e mio marito abbiamo comportamenti diversi dai nostri genitori. Cenavamo il pomeriggio quando eravamo piccoli. Adesso mangiamo tardi la sera. Prepariamo la cena tutti i giorni a casa. Andiamo al ristorante 2-3 volte al mese.

 

Adesso a causa del Coronavirus la gente in Norvegia ha ricominciato a cucinare. Il consumo di pollo intero e pezzi di carne più grandi è aumentato perché improvvisamente le persone hanno avuto il tempo di cucinare.

 

Sta iniziando a essere cool e trendy fare piatti retrò.

 

 

7.   Colazione, pranzo, cena e snack: prova a immaginare questi pasti tra 10 anni e raccontaceli

 

Non lo saprei davvero.

 

Mangeremo meno carne, questo è certo. Dovremo guardare più verso l’oceano e trovare altri cibi da mangiare, come alghe e frutti di mare. Considereremo la carne un lusso e la serviremo in piccole porzioni.

 

Dovremo mangiare più legumi e cereali.

 

 

Leggi tutte le stories